Esselunga, vendite beauty online a +75%

L’e-commerce fa passi da gigante in questo periodo, e in particolare nel mondo della cosmetica all’interno della grande distribuzione, dove già da tempo le vendite nei punti vendita fisici, soprattutto di grandi dimensioni, erano in calo e crescevano invece quelle online. Questo trend già presente in fase pre-Covid, si è ulteriormente potenziato nel corso dell’epidemia. Lo conferma Roberto Selva, chief marketing & customer officer di Esselunga: “Per la nostra catena il web è strategico e lo è anche il settore della cosmetica che continuiamo a potenziare. Il mondo del beauty, da quel fatidico 21 febbraio, è caratterizzato da luci e ombre. In generale il saldo non è positivo ma l’e-commerce, spinto dal lockdown, cresce moltissimo e traina anche le categorie della bellezza”.

Le vendite online del reparto profumeria di Esselunga sono aumentate del 75% e nei mesi di marzo-aprile il peso dell’e-commerce sul totale comparto della bellezza è stato del 10%. Gli incrementi più importanti si sono registrati nei prodotti disinfettanti e, a causa della chiusura di parrucchieri e centri estetici, è aumentata anche la richiesta di articoli per la cosmesi fai-da-te come macchinette tagliacapelli, articoli per la colorazione e strisce depilatorie.

L’e-commerce dell’insegna di supermercati ha registrato un aumento dell’85% di nuovi clienti che per la prima volta si sono rivolti alla modalità di spesa online, dall’inizio dell’epidemia a oggi. Una crescita così elevata fa supporre che, una volta terminata l’epidemia, una parte di questa curva esponenziale continuerà nelle abitudini di acquisto online. “Penso che in futuro – conclude Selva – il persistere di qualsiasi forma di distanziamento sociale manterrà l’e-commerce ai livelli attuali di crescita ma, una volta tornati alla normalità, aumenterà anche il consumo di prodotti per la bellezza in generale. In ogni caso per il 2020 ci aspettiamo che il settore continui a crescere”.

Fonte: pambianconews.com 

Leave A Reply

Vuoi diventare socio

di Retail Institute Italy?